Associazione Monsummanese Ciclistica,

oltre 50 anni di Ciclismo Monsummanese

Tre Coppe del Mondo, l'Oro Olimpico, Mondiali e Tricolori...

 

La squadra è nata ufficialmente nel 1957, però esisteva di fatto da molto tempo prima della seconda guerra mondiale, addirittura dal 1932.

 

Sul gagliardetto celebrativo degli oltre 50 anni di Ciclismo Monsummanese si riconoscono:

In alto a sinistra Armani Luciano - nella stagione 1964 ha vinto alla Monsummanese 11 gare di cui 2 internazionali.

Al centro a sinistra Giovannetti Marco - ha corso con la Monsummaense nelle stagioni 1982 e 1983 – Campione Toscano – Vittorioso all'Internazionale S. Croce sull'Arno, all'Internazionale Casentino – Campione Olimpionico (quartetto 100 km cronometro) e altre gare. Da professionista vittoria Campionato Italiano, Vuelta di Spagna, oltre a piazzamenti quali il 3° posto al Giro d'Italia e in altre gare.

In basso a sinistra Fagni Nedo – Campione Italiano nel 1958 Dilettanti e vittorioso in molte gare internazionali.

In alto al centro Cecchi Ezio – nato nel 1914 – tesserato alla Monsummanese nel 1932/1933 – Vittorioso in tante manifestazioni. Da professionista – 2 volte secondo al Giro d'Italia – 2° alla Sanremo – e tante vittorie fra cui 3 volte vittorioso del G.P. Montagna al Giro d'Italia.

Al centro in centro Bettini Paolo – alla Monsummanese negli anni 1993 – 1994 – 1995 – Vittorioso Campionato Toscano – 2 Gare Internazionali oltre ad 11 vittorie in altre gare. Da professionista ricordiamo le più importanti: Olimpiadi su strada, 2 Coppe del Mondo, Milano – Sanremo, ecc..

Al centro in basso Aggiano Elia – dal 1992 al 1996 alla Monsummanese – Vittorioso in 26 gare di cui 6 internazionali, Campione Toscano. Da Professionista vittorioso in 8 gare.

In alto a destra Da Ros Vito nato nel 1957 – Alla Monsummanese nel 1976 e 1977 – 2° al Mondiale a San Cristobal nel 1978 nel quartetto 100 km cronometro – Vittorioso al GP S. Croce sull'Arno (internazionale); 3° al Campionato Italiano Strada e 2° Campionato Italiano a cronometro; vittorioso in altre 3 gare nazionali. Da professionista ottimo gregario.

Al centro a destra Lanzoni Giuseppe nato nel 1959 – Alla Monsummanese dal 1979 al 1981. Grande scalatore, vittorioso nella Bassano-Monte Grappa, San Martino al Cimino e in altre manifestazioni a livello regionale, nazionale e internazionale. Da professionista ottimo gregario.

In basso a destra Rolf Sorensen nato nel 1965 – Alla Monsummanese nel 1984 e 1985 – Vittorioso in 11 gare tra le quali Trofeo Matteotti (internazionale), Coppa Nazzi, e altre gare a livello nazionale. Da professionista una Coppa del Mondo, tutte le Grandi Classiche del Nord, Tirreno-Adriatico, Tappe al Giro, al Tour e alla Vuelta.

**********

La Monsummanese vanta altri grandi titoli conseguiti in Gare Internazionali e Titoli Regionali vinti tra gli altri con: Giunti Massimo 1998, Baliani Fortunato 1999, Scarselli Leonardo 1999, De Angeli Luca 2000 e 2001 (Campione Toscano, Gare Internazionali, Trofeo Matteotti), Tarallo Vladimiro nel 2003 (Campione Toscano, Gara Internazionale Mobilio di Ponsacco ed altre 6 gare) e negli ultimi anni (2004 e 2005) Proni Alessandro, Stefani Marco, Loria Domenico, Loria Eugenio, Battaglia Marco, ecc.

LA NOSTRA SQUADRA PER LA STAGIONE CICLISTICA 2005.

IL PRESIDENTE DELL'ASSOCIAZIONE MONSUMMANESE CICLISTICA GIACOMO PASQUI PARLA AL NUMEROSO PUBBLICO INTERVENUTO ALLA PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE 2005.

ALCUNI FOTOGRAMMI CHE HANNO IMMORTALATO LE VITTORIE DEI NOSTRI CORRIDORI NELLA SCORSA STAGIONE.

UN GRANDE STRISCIONE DEDICATO AD UN GRANDISSIMO DELLA MONSUMMANESE: EZIO CECCHI.

OLTRE 50 ANNI DI CICLISMO MONSUMMANESE: FOTOGRAMMI DELLA NOSTRA GLORIOSA STORIA.

OLTRE 50 ANNI DI CICLISMO MONSUMMANESE: ALTRI FOTOGRAMMI DELLA NOSTRA GLORIOSA STORIA.

DA SINISTRA, INTERVISTATI DALLE EMITTENTI TELEVISIVE INTERVENUTE ALLA PRESENTAZIONE DELLA STAGIONE 2005:

IL SINDACO DEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME GIULIANO CALVETTI

E DUE NOSTRI GLORIOSI SPONSOR: GIANNI SALTINI DELLA BEDOGNI E SERGIO NATALINI.

ANCORA IL SINDACO DEL COMUNE DI MONSUMMANO TERME GIULIANO CALVETTI INTERVISTATO.

< HOME